• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard

Biografia


Ciro e Gelsomina sono fratello e sorella che hanno deciso di fondere le loro conoscenze in un unico progetto artistico fatto di passione, creatività e sapienza chiamato Metalli Nobili. Entrambi cresciuti a Torre del Greco , città alle falde del Vesuvio, in provincia di Napoli.

Ciro & Gelsomina

 

Ciro, nasce nel 1976, diplomato in istituto Tecnico Geometra, fin da piccolo ha modo di sperimentare nella bottega paterna le antiche tecniche di lavorazione del ferro, scegliendolo poi come sua professione e maturando, così, la sua professionalità tecnica su tutto ciò che riguarda il ferro.

Affinchè il ferro assuma la forma pensata all'origine, deve passare attraverso un lungo e faticoso percorso, in cui precisione e creatività si intrecciano insieme in ogni fase”

 

Gelsomina, nasce nel 1985, ha frequentato l'istituto d'arte della sua città specializzandosi in progettazione e lavorazione dei metalli. Frequenta l'accademia delle Belle arti di Napoli, laureandosi in Scenografia, e prediligendo anche studi di graphic design. Durante il periodo accademico è stata scelta per ideare la scenografia di un'opera teatrale, L'Adelaide, autore e regista Fortunato Calvino.

Imprimere su tela bianca forme e colori, fa di ogni giorno un'avventura diversa. In ogni tela è nascosto un percorso diverso, di cui non si conosce la destinazione, fino al completamento dell'opera stessa. E' come se il soggetto che sto dipingendo mi prendesse per mano e decidesse dove condurmi”

 

Nell'autunno 2012, Ciro, in occasione del rinnovo della sala espositiva dell'azienda in cui lavora, decide di impegnarsi in una creazione, che mostrasse ai

visitatori la grande maestria e passione per i lavori in ferro battuto, il risultato fu una grata a forma di albero stilizzato, la cui imponenza e ricchezza nel decoro, la rendeva troppo preziosa ed elaborata per svolgere la semplice funzione di protezione, così decise di incorniciarla come fosse un quadro.

Mi resi conto che al pari della scultura e della pittura, il ferro battuto poteva fare e essere ARTE...”

Nel maggio 2013 Ciro propone il suo progetto alla sorella, e cioè quello di reiventare il ferro battuto fuori dai canoni classici. L'idea è quella di realizzare quadri in ferro battuto su tela. Lo scopo è quello di recuperare e restituire pregio al lavoro artigianale del ferro battuto. Per distinguersi da ciò che è diventata quest'epoca figlia del riscontro economico e delle grandi tecnologie, in cui la standardizzazione occupa ogni spazio lasciando poco o nulla all'immaginazione e alla fantasia, fredda e priva di calore.

Con i nostri lavori ci proponiamo di salvaguardare quel patrimonio di conoscenze e capacità che rischia ormai irrimediabilmente di estinguersi”

Così trasformando quello che in natura è il più comune e duttile dei materiali, il Ferro, plasmato in immagini e impreziosito con la pittura, diventa Nobile. Da qui il nome Metalli Nobili, nome che Ciro e Gelsomina (giugno 2014) danno alla loro unione artistica, che appunto, rende nobile un metallo che comunemente non lo è, Nobile per il significato artistico e per la versatilità personalizzata.

Ferro battuto e dipinti su tela. Un connubio assolutamente nuovo e mai sperimentato prima d'ora, che ci auguriamo possa tracciare la via per una nuova interpretazione dell'arte”.

La tecnica che questi giovani artisti propongono è basata sulla fusione delle loro maestranze, quindi, Ciro, esperto nel ferro battuto lo ripropone sotto una veste visivamente più leggera e stilizzata, a cui, poi interviene Gelsomina conferendo colore ed espressività artistica.

 

Testano la loro bravura partecipando al concorso Premio Arte 2014 di Cairo Editore, arrivando in finale e entrando di diritto nella pubblicazione di un numero del giornale.

Partecipano, nell'Agosto 2015, ad una Mostra collettiva di pittura, scultura, grafica e fotografia: Luci, colori e forme del Terzo Millennio; a cura dell'associazione Napoli Nostra, presso la Galleria d'arte Anacapri. Dove conoscono il critico e professore d'arte R. Pinto. , che gli curerà la monografia.

 

Nel Novembre 2015,partecipano ad Arte Padova, In una collettiva al Contemporary Art Talent Show, organizzata dall' associazione Napoli Nostra, e inseriti nel catalogo della manifestazione.

 

Febbraio 2016 li vede protagonisti di una minipersonale d'arte, Artisti a Palazzo, organizzata dalla curatrice d'arte Gina Affinito, a Salerno nel prestigioso e antico, Palazzo Sant'Agostino, oggi sede degli uffici della Provincia. In tale occasione i due giovani artistiti hanno deciso di dare come tema alla loro mini personale "Le donne" esponendo le cinque Iron Ladies, volti di donne cosmopolite e le parole della curatrice Gina Affinito sono state di grande consenso e interesse: “Negli Ascione si osserva una ricerca giovane ed originale, ma ancorata alla tradizione dell' Hand made. Una propensione al bello espresso in figure femminili talvolta ammaliatrici ed irresistibili (Marilyn), talvolta ricche di un fascino che richiama ad esperienze lontane o esotiche (Afrika e India). Ma la loro scelta non è soltanto una questione stilistica;posseggono entrambi , nelle loro competenze, la mentalità e l'attitudine giusta al bello, coniugate con sapienza artistica. Nell'epoca dell'arte a-sensoriale tornare alle origini sembra essere una novità ed il loro stile, pulito ed essenziale, sembra più che mai essere in linea coi tempi. La scelta minimalista a livello visivo appare più che mai originale e ricca di pathos.”

Nel Maggio 2016 partecipano ad una collettiva organizzata nel Chiostro di San Domenico Maggiore, a Napoli, dalla curatrice d'arte Gina Affinito . Con l'intento di favorire la consuetidine alla frequentazione di luoghi storici della città di Napoli, l'approccio consapevole alle varie forme d'arte contemporanea e la promozione di giovani artisti del tessuto partenopeo , il produttore Giuseppe Brandi ha presentato “Nà sera e Maggio” , arti visive, musica e performance.

 

 

 


Percorso

Homepage  - Biografia

Per rimanere in contatto, e ...

 


... Iscriviti alla nostra newsletter

 
iscriviti    cancellati  

Facebook





Seguici sui Social